Gianmario Lucini
Hybris

torre di babele

da Hybris in pubblicazione per CFR

Pater filius noster che dentro le stelle riposi
mentre maraviglia ci trastulla
interi orizzonti occupando
e tutti i suoi abitatori et l’amara
scorza della felicità che ancora
dalla forca pende dopo l’ultimo
sterminio al suono di violini e grancasse

noi grati Te laudiamo per l’infinite occasioni d’alberi et colori
et pianure et erbe dal vento mosse e il fantastico
lucore di petali e petali che brillano
e petali e l’infinite iridescenze per messer lo frate sole;
e anco de tutto il ciarpame che c’imbriglia
dentro la tomba del mondo
nostro efebico e gelato,

per lo zirlire di numeri et indici e profitti e per questa
compatta salvezza di ragioni e prospettive,
noi Te santo facciamo al chiarore dell’ultima face,
per onne tempo grati de lo regno tuo et de la tua voluntate
perché ci libereremo dal male un minuto appena
prima di sora morte nostra corporale,
senza poter capire lo spiro di chi
è già defunto e il vagito primiero
del neonato che ne eredita lo spazio

su questa terra

per proclamar Te onnipotente, eterna
ignava nostra
creatura.

Annunci

5 commenti

Archiviato in RICERCHE

5 risposte a “Gianmario Lucini
Hybris

  1. emilia banfi

    ..Noi grati Te laudiamo

    ..e per la salvezza di Lucini nostro
    che mai s’arrenda dal poetare
    e che per lui ci sia sempre al mondo
    un nobile e grande posto.

  2. caro verbum factum est vagheggiava
    lo spirito del tempo sogghignante
    alle palingenesi affastellate
    nel ripostiglio buio del palazzo
    l’una accanto all’altra indistinguibili
    grondavano sangue malgrado gli anni
    viva il salame preconfezionato
    più saporito del crudo eroismo
    ché ritarda la morte l’incremento
    della vita media dell’acquirente
    beni e servizi al prezzo di mercato
    la carne precedette la parola
    una volta ci s’intendeva a segni
    come nel teatro della crudeltà
    del vecchio Artaud anelante al mistero
    fluivano convenzioni appassite
    come pioggia sulle strade inclinate
    utili a disinfettare lo sporco
    suscitando gli umori della terra

    • Annamaria Locatelli

      …una preghiera del nostro tempo o meglio uno contropreghiera, un insulto e uno strattone rivolta agli uomini di cattiva volontà, non a Dio che é solo specchio e maschera dell’uomo, perchè abbiano il coraggio di vedere questo mondo a pezzettini

  3. Credo che abbia colto nel segno – e La ringrazio dell’attenzione – anche se per mia propensione sono portato a scorgere la creatività, in genere, sotto un profilo estetico, nel senso etimologico dal greco, cioè concernente la “sensazione”. Sono curioso di leggere le sue opere, ma alla Hoepli mi potranno procurare soltanto “Il soffio”, non “Ombraluce” e non “Fragilità”, che risultano esaurite. Le sarei grato se potesse fornirmi qualche utile indicazione su dove reperirle. Con cordialità.

    • Annamaria Locatelli

      …briciole, frammenti tra un viaggio e l’altro, tra una nonna e l’altra, tra solitudini…sì, ho scritto e pubblicato in realtà per essere “vista” da una sola persona, ma in cammino sono emersi i miei noi: noi donne, noi noi migranti, noi esclusi, noi squassati, noi diversi…noi moltinpoesia. Sono cresciuta attraverso letture e video proposti su questo blog.
      La ringrazio per l’interessamento, probabilmente trova ancora qualcosa su internet, o forse più…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...