Francesco Di Stefano
Doppietta

uomo nero

L’omo nero

Confesso che Robberto Casaleggio
solo a guardallo pe televisione
me dà imbarazzo e forze puro peggio
perché nun ne capisco la raggione.

Pe quanto me ce sforzo e me ce armeggio
nun arivo a nissuna concrusione:
è come si no strano sortileggio
m’azzera d’ogni cosa percezione.

De botto m’arivedo piccinino
con piede pronto a scenne lo scalino
p’escì de casa verso l’avventura

spaccato da coraggio e da paura.
Mo so che mamma me diceva er vero
quanno parlava de quell’omo nero.

Senza risposta

Adesso co la grobbalizzazzione
er monno è solo na sempricità.
Se basa tutto su la produzzione,
l’aqquisto, l’uso e doppo de buttà.

È vero: ce pò èsse distorzione
co quarche intoppo pe la verità.
Presempio co sta crisi sur groppone
chissà si se potemo aripijà.

Ma nun se vede n’antra soluzzione
da quella che così se deve fa’.
Inzomma de na redistribbuzzione

de beni nun se sente da fiatà
e ce sta ‘n sacco de popolazzione
che nun cià gnente manco pe campà.

Si poi penzamo che a disposizzione
risorze eterne Tera nun dispone,
dell’omo fra cent’anni che sarà?

Annunci

2 commenti

Archiviato in RICERCHE

2 risposte a “Francesco Di Stefano
Doppietta

  1. Rita Simonitto

    Ma che ‘maraviglia’ che mi piglia a sentire sto sonetto così ‘puntuto’ e così perfetto.

    R.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...