Velio Abati
Mattinale

mattinale

L’alba, ora, scende tarda.
Nel sonno intermittente dell’ora che chiama
alla fatica quotidiana, imprevisto
gorgoglia breve un gozzo, gratta l’imposta:
richiamo di antiche mattine!
Ma non è una festa. Il ritorno
è sempre falso se
assecondato, non lo sostiene la mente.

Il sonno, senti, non è più completo. Forse
una voce, un grido, una corsa.
Abbi, ripeto, la forza dell’attesa. Lo senti
la luce presto squarcerà la piazza.

31 dicembre 2013

Da “Domani e altri futuri” (http://velioabati.com/)
Annunci

5 commenti

Archiviato in RICERCHE

5 risposte a “Velio Abati
Mattinale

  1. emilia banfi

    Sì, sì …è stupefacente! Che dire di più?!?!

  2. Giuseppina Di Leo

    Il tempo, il tempo è il nemico…
    bellissimi versi.

    • Annamaria Locatelli

      …sì, siamo prigionieri del tempo, che gratta l’imposta e non ci concede tregua. Molto bella…

      Sul crinale tra notte e giorno
      scivolai in altra dimensione
      tutta la vidi la mia e quella degli altri
      quale coronamento di infinite esistenze
      la coda della cometa
      mi aggrappai ad un raggio di luce
      smarrita (o) nel tempo

  3. emilia banfi

    Il tempo non avrebbe tempo se non fosse per il nostro tempo- Emy

  4. Dove è vero è fino a “Il sonno, senti, non è più completo.”, che a me sembra un verso bellissimo. Poi si va nella speranza, e un po’, con quella piazza, si finisce troppo facilmente. Parere personale, eh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...