Francesco Di Stefano
Due poesie di fine anno

napolitano_papa_francesco-470x260

Er resto Mancia

De certo quarche cosa c’è de strano
sur fatto che la stampa nazzionale
nun scrive che sto Gran Napolitano
ciaveva n’estraggettito speciale

ogni vorta ch’annava in aroplano
perché ‘r bietto a tariffa normale
novanta lo pagava brevi mano
mentre invece da la cassa statale

ne piava ottocento de rimborzo.
Senza trucco o inganno e gnente sforzo
je restava na bella differenza!

Nun so allora si que la indifferenza
è come questa mia paura vera
che nun fiato pe nun finì in galera.

Er pagamento der tribbuto

Da quanno sta sur pontificio sojo
nun ce so’ dubbi che Papa Bergojo
pe ora dice cose interessanti
che p’ascortalle ciariveno in tanti.

Capisco che nun è na passeggiata
cambià sta Chiesa ormai mummificata,
ma francamente de quer suo disegno
nun vedo ner concreto nissun segno!

Me scuso allora si me c’entrometto
e sin conzijo mo je vojo dà;
che lassi perde frasi de concetto

e ce dimostri bona volontà
sborzanno da le casse a giro stretto
quanto dell’IMU ce deve pagà.

Annunci

1 Commento

Archiviato in RICERCHE

Una risposta a “Francesco Di Stefano
Due poesie di fine anno

  1. emilia banfi

    Sperem
    perché chichinscì
    se po pù
    andà avanti inscì.

    byemy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...