Erik Lindner
De tramontane (La Tramontana)

lindner

Altre poesie e notizie sull’autore qui

Voor de kust rust de duiker in zijn verhaal

en tekent kaal de bergwand aan het strand.

De wind snijdt het verhaal en slijt en slijpt

bladeren van de platanen – het raamkozijn.

Ik kwam met de wind mee voor dit verhaal.

De reis vertelde een man liep over de berg

en het verhaal loopt dood op zee. De wind

speelt heer op zijn graf. En de duiker raakt

bekneld tussen het steen, de helpers duiken

op en de wind verplettert de deining de zee.

De duiker schildert windvlagen voor de kust.

De bergwand bloeit. En het graf is een trede

naar het koraal in een spelonk op de bodem

boven de kleurgravure van het bloemgordijn.

* La tramontana (traduzione)

Sulla riva riposa il palombaro nella propria storia

e disegna la scogliera spoglia dietro la spiaggia.

Il vento taglia la storia e liscia e leviga

le foglie dei platani – il telaio della finestra.

Per sentire questa storia sono venuto con il vento.

Il viaggio raccontava un uomo era passato al di là del monte

e la storia finì in un vicolo cieco sul mare. Il vento

fa il signore sulla sua tomba. E il palombaro resta

incastrato tra le pietre, gli assistenti riemergono

e il vento schiaccia l’ondeggiare il mare.

Il palombaro dipinge raffiche di vento sulla riva.

La scogliera fiorisce. E la tomba è un gradino

verso il corallo in una spelonca sul fondo

sopra la stampa colorata della tendina a fiori.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

2 risposte a “Erik Lindner
De tramontane (La Tramontana)

  1. Davvero bella questa poesia di Lindner. E’ ricca di immagini, sfiora la metafora ma non si allontana filosoficamente, tutto si ricompone “sopra la stampa colorata della tendina a fiori”. A me piace che non ci si allontani troppo dal reale, che resti qualcosa di visivo, di figurativo, che ci affranchi e ci porti a condividere. Anche se su quella scogliera non siamo mai stati, in qualche modo grazie alle parole della poesia è come se la riconoscessimo.
    Anche le poesie di Tranströmer hanno questa caratteristica ( c’è vicinanza geografica), resa ancor più evidente per il linguaggio, forse più surreale che metaforico, che non ti aspetteresti questo lasciare intatte le cose, anzi, rendendole ancor più delineate, vivide.
    “La scogliera fiorisce”, meglio di così non saprei come si possa dire di un’opera d’arte, di una poesia che prima non c’era.

  2. emilia banfi

    Emozionante come un dipinto in cui il pittore si è impossessato di tutto, del personaggio, della sua vita ,della sua natura . Parole che fanno sentire tutta la potenza di un mare che coinvolge, travolge e rilascia. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...