Francesco Di Leno
La maratona

maratona111

IO NON SONO NATO IN UNA GROTTA
E NON SUPPONGO DI MORIRE SULLA CROCE,
MA FACCIO PARTE, COME VOI, DI QUESTA LOTTA
E QUINDI MI PERMETTO SOTTO VOCE:

ORMAI STA PREDOMINANDO L’ANIMALE
E IL SUO BIECO DISIO DI CONQUISTA;
E, PEGGIO ANCORA, A NOI PAR NORMALE
RESTARE A GAREGGIARE IN QUESTA PISTA.

TUTTI COL NOSTRO NUMERO SUL DORSO
CHE E’ POI IL NOSTRO PREZZO DI MERCATO
E NON CI RENDIAMO CONTO DI AVER CORSO
SOLO POICHE’ QUALCUNO CI HA COMPRATO.

HO VISTO PRONO IN PRIMA CORSIA
QUEL PINGUE E ARGUTO GIORNALISTA:
L’HO VISTO CON LESTEZZA SCHIZZAR VIA
PERCHE’ GLI SPETTA IL RUOLO DI APRIPISTA.

VISTO HO POI PIU’ IMPAVIDO IN SECONDA
UN ALTRO CON IL MITRA BEN SPIANATO:
DEVE ESSERE QUALCUNO DELLA RONDA
CREATA AFFINCHE’ NULLA SIA RUBATO.

UN GIUDICE HO NOTATO IN TERZA PIAZZA
ASSORTO A RISTABILIRE LE GIUSTIZIE:
A TUTTI APPARE INCARNARE UNA GRAN RAZZA,
MA PENSO SIA TUTTA QUESTIONE DI AMICIZIE.

IN QUARTA CORSIA HO SCORTO UN PORPORATO
INTENTO AD OSSERVARE GLI ALTRI UMANI:
SO CHE OTTENUTO HA UN AMPIO MANDATO
PER FAR LORO LAVARE PIEDI E MANI.

IN QUINTA POI E’ PRESENTE UN PROFESSORE
CHE I PIVELLI ALLA DURA GARA AVVEZZA:
EGLI CORRE NON PRODUCENDO ALCUN RUMORE,
SA FAR IL SUO MESTIER CON GRAN SCALTREZZA.

PARTE NELLE RETROVIE L’INFORME MASSA,
COMPOSTA DI PERSONE D’OGNI ESEMPIO,
CHE TUTTO COMPRA SE QUALCHE SOLDO INCASSA
E SILENZIOSAMENTE DEL MONDO HA FATTO SCEMPIO.

E IN QUESTA MOLTITUDINE GIOIOSA
CORRE ANCHE, UDITE UDITE, L’ONOREVOLE,
POICHE’ NON FARNE PARTE SAREBBE COSA
FORIERA DI SOSPETTI E DISDICEVOLE.

NON CORRONO INVECE, E’ OVVIO, I PADRONI:
STANNO IN TRIBUNA D’ONORE, BEN VISTI,
SI OCCUPANO SOLTANTO DELLE PREMIAZIONI
E MANDANO I CONSIGLI PER GLI ACQUISTI.

Annunci

6 commenti

Archiviato in Uncategorized

6 risposte a “Francesco Di Leno
La maratona

  1. Francesco Di Leno

    Nessun commento. Posso pertanto dedurre che nel 2013 l’anticapitalismo non interessa a nessuno. Lo ritengo preoccupante ! ! !

  2. Parlerei di poesia, Francesco. Mi preoccuperei se l’anticapitalismo si riducesse ad una simpatica filastrocca traboccante di luoghi comuni, adatta per farci una ballata, come sembra a me questa tua. Brassens e De André, chissà che ne direbbero.

  3. Ennio Abate

    @ Di Leno

    Caro Francesco, vedi che la sfida a cui t’invita Mayoor è quella giusta: l’anticapitalismo in poesia tu lo devi far “sentire” possibilmente senza neppure nominarlo…

  4. Francesco Di Leno

    Lucio, io non so se tu abbia raccolto informazioni su di me, prima di aver commentato la mia poesia “La maratona”. Io, su di te, l’ho fatto. Mi piace ricordarti una quartina in rima alternata della mia “filastrocca”:
    “Tutti col nostro numero sul dorso
    che è poi il nostro prezzo di mercato
    e non ci rendiamo conto di aver corso
    solo poiché qualcuno ci ha comprato.”
    Dato che tu nella tua vita hai principalmente fatto il direttore artistico di agenzie pubblicitarie internazionali, ne deduco – senza offesa, è solamente una constatazione – che tu ti sia sempre venduto al miglior offerente ! ! ! Inoltre, lascerei in pace Brassens e De André, i quali di certo stavano dalla mia parte, non dalla tua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...