Letture per poeti (2)
Cinque spunti di riflessione

lente d'ingrandimento_2Da “Per riconoscere la poesia: tre connotati” di Andrea Cortellessa – 22 settembre 2013. Pubblicato da “Le parole e le cose” (L’articolo si legge per intero qui)

1.
Uno delle nozioni più equivocate, in poesia, è quella di esperienza: convocata con particolare enfasi da chi insiste su questa scrittura come se il suo specifico fosse la dizione più immediata e diretta del vissuto di chi scrive.[…]
A partire dal vissuto, certo: la lingua della poesia quel vissuto lo lavora, lo diparte da sé (anche nel senso che lo seziona nei suoi componimenti primi: come un’analisi chimica, una spettroscopia) – facendo sì che esso, davvero, possa essere compartecipato. In una delle conversazioni video con Claire Parnet, Gilles Deleuze lo ha detto con brutalità: «la scrittura ha fondamentalmente a che fare con la vita», ma non con la biografia individuale: «la vita è qualcosa più che “personale”» ed «è disgustoso» chi riduce la letteratura «ai propri affari privati»: è «letteratura da supermercato, da bazar, da best-seller, la vera merda». Al contrario, scrivere significa cogliere qualcosa della vita che «scorre in te».

2.
Ora, se l’esperienza di chi scrive può essere trasposta nel testo, quella di chi legge non può invece consistere che nel proprio atto di lettura. […]Mentre il vissuto di chi ha scritto ci è remoto e intangibile, tangibilissimo è per noi il testo che sposta l’esperienza da chi scrive a chi legge: ne è il tramite, il veicolo, il legame. Il travaglio, il lavoro (psichico, emotivo, in una parola cognitivo) che esercitiamo sul testo – quando lo leggiamo davvero – è l’equivalente del lavoro esercitato, da chi scrive, sul proprio vissuto.
In questo lavoro, precisamente, consiste il fare dell’Erlebnis un Erfahrung. [«fare / dell’esperienza un’esperienza: (risolvere ogni Erlebnis in Erfahrung)».]

3.
Si fa esperienza della poesia come di uno stato anomalo: con una percezione intensificata e un po’ maniaca, una disciplina se non una mistica dell’attenzione […]. D’improvviso si devono fare i conti con qualcosa che sta lì, e oppone resistenza […] «resistenza» al nostro desiderio di comprensione immediata, di comunicazione lineare, di senso dato subito e una volta per tutte.
4.
Ma malposta è pure l’altra contrapposizione, spesso dibattuta […] fra poesia e comunicazione: la resistenza non annulla la comunicazione (altrimenti non si vedrebbe perché impiegare la lingua): semmai la accresce […]. Ha scritto una volta Andrea Zanzotto: «pensate al filo elettrico della lampadina che manda la luce, il messaggio luminoso, proprio grazie alla resistenza del mezzo. Se devo trasmettere corrente a grande distanza, mi servo di fili molto grossi e la corrente passa ed arriva senza perdita a destinazione. Se metto, invece, fili di diametro piccolissimo, la corrente passa a fatica, si sforza e genera un fatto nuovo, la luce o il colore».
5.
oggi la poesia diffusa è quella che, anziché racchiudersi nei territori di riserva delle proprie dizioni più collaudate e dei propri circuiti più risaputi, si nutra di altri immaginari, altri concetti, altre tradizioni; e, al contempo, estenda i propri confini nei territori dell’immagine, della performance, dell’installazione. Solo la frequente pigrizia intellettuale di chi la poesia la pubblica, la promuove, o semplicemente la legge, vede in questo un indebolirsi dello «specifico poetico». La poesia è forte proprio in quanto inclusiva, più inclusiva che in passato. […] La poesia espansa, o diffusa, del 2013 è una poesia che forse, dopo averli tanto invocati, sta finalmente costruendo ponti: tra l’uno e i molti, tra l’io e il noi, tra poesia e prosa, tra parola e immagine, tra il Novecento e il tempo che gli è sopravvenuto.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...