Luciano Nota
Tre inediti

Van Gogh

Annuncio che sei agro e subbuglio
un frenetico olimpo di semi.
Precipita sotto la faccia
se stilli e boccheggi
se solo ti esalti di essere foglia.
Il gambo conosci
il fusto più o meno vorace.
E’ culto nuotare
in quel mare di farro.

*

Ti assicuri gli Elisi
studiando corpi vivi.
Apri la porta
curvando la bocca
calzi in fretta gli occhiali.
Sul letto d’ottone
una gamma di visi
una varietà di vite
spartite per stagioni.
Il ventenne
il trentenne
il quarantenne:
io e le mie anime
legati con le penne.

*

Per farmi sentire
per farmi guarire
ho venduto tutto di me.
Perdo dunque ore d’ansia
il permesso d’essere me stesso:
un chiodo, una fuga
la solitudine riuscita perfettamente.

Annunci

6 commenti

Archiviato in RICERCHE

6 risposte a “Luciano Nota
Tre inediti

  1. Abele Longo

    L’incisività urticante musicale di Luciano Nota. Lapidarie e folgoranti.

    • Giorgio Linguaglossa

      questa volta Luciano Nota ci vuole prendere in contro piede, ci vuole sorprendere, ci vuole dire la sua personalissima formula per uscire dalla crisi: “essere se stessi”, “vendere tutto”, “la solitudine riuscita perfettamente”. E’ un impegno arduo, al di là di tanti intellettualismi che vanno di moda da parte di autori che vogliono farsi passare da intellettuali, è una formula molto semplice, è la scoperta che il sole sta al centro del nostro sistema solare e che noi dobbiamo ripartire da lì, dobbiamo rimettere ciascuna cosa al suo posto, ripartire da un dialogo fitto e senza remore con se stessi.
      La poesia se verrà, verrà dopo.

      • Sandra

        “è la scoperta che il sole sta al centro del nostro sistema solare e che noi dobbiamo ripartire da lì”(Linguaglossa)…ma se le orbite attorno sono vuote, forse non è possibile mettere a posto il nulla. Sarebbe necessario un altro tipo di scandaglio: il microcosmo di particelle in movimento che formano le cose e
        l’individuo…….

  2. emilia banfi

    Un io ritmico solitario dentro il quale si svolge la vita che sarà forse anche per gli altri. Mi piace.

  3. ro

    L’arte della fuga…viste le tanti catastrofi est-etiche, l’unica via possibile per la libertà interiore e l’essenza ricerca pre-poetica al cuore delle cose della vita…i miei sinceri complimenti a L.Nota. rò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...