Foma*, Scritti parapoetici.

???????????

A Velvet

Ti si accarezza con la mano,
in un verso lucido,
nell’altro opaco
come il vento preme e piega
le verdi setole dei prati,
e mai le spezza:
le sfiora,
ci gioca,
le sgualcisce,
le violenta.
Nessuna sostanza penetra le tue fibre,
ma scivola tra le tue troppe valli.
Raccogli e trattieni
lanuggine, capelli.
La polvere ti cerca,
sei il rifugio di
frammenti e detriti.
Povero ma borghese.

Ricevimento:

“Sono abbottonata.”
“Hai imbevuto di
[lacrime] [profumo] [odio]
il fazzoletto che porti
nel tuo taschino pulsante?”.

Da un lato soffice,
dall’altro ispido:
Velvet.

La tua Bianca trama
si strappa
traspare
un fodero Nero

Oci Ciornie

Ho cercato di prendere quella più piccola
senza prima aprire le madri più grandi
deserto di ghiaccio e licheni
ho sete
che hai da offrirmi?
Un bacio di gulash scotta
sulle labbra ghiacciate.
Apriti matrioshka,
ti prego.
Sei la casa
lo so
tu sei la casa.

Sguardo di madre
mi rimprovera
mi inquieta
mi mette a nudo
oci ciornie
guardatemi
chiedete
rispondetemi
un altro goccio?
Perché no?
Ma sì, ho troppa sete…
il mio sottomarino
il tuo porto
troppo chiuso
non si naviga
nel Mar Nero
che in realtà

è solo un lago

All’Amico

Io e te
con l’enorme pennuto
a beffarci degli arceri

compagni con le bocche
spalancate che scoppiano
di sorrisi violacei

Al crepuscolo
le vecchie ferite, ora pelose,
sul tuo viso brucerebbero
di un bianco amaro

nove e mezza
suona la campana migratoria
scendi dal cielo-scalino

guance salmone risalite il fiume
andate, riproducetevi
dove l’acqua c’è ed è pura
fresca e nuova poesia
dove l’acqua salata si mescola a quella dolce

Là, nell’oceano riempiamo i calici
neri e rossi di rabbia
Rimbaud e Verlaine
privi di voglie sodomite
inzuppiamo le camicie jeans
nelle risa di Bacco.

Dovrei dormire?

Dovrei dormire
la goccia penetra tra le fibre della stoffa
passa ad un livello successivo
il battito riecheggia nell’atrio dell’orecchio
rintocca e palpita, rimbombano le molle
nelle quali il mio stanco ventre si adagia
le mie ossa si consumano ad ogni movimento,
cigolo e viaggio.

Dovrei dormire
il mio corpo è in preda ad un sonno ozioso

sommo silenzio

la famiglia si stringe nel pianto.
Gli amici non sanno, non comprendono
alcuni scherzano altri provano ad affliggersi
altri si consolano
Io sono il colpevole, dovrei dormire.

Si toccano
si strofinano
si sistemano i capelli
Nudi, alla ricerca di risposte nel gelido imbarazzo
di non essere dovuti affogare in tutto ciò.

* Foma, in russo ‘Tommaso’

** Autopresentazione

Mi sono avvicinato alla poesia recentemente, durante la maturità quindi un anno fa. Ho frequentato il liceo linguistico in una zona celebre per la passione che gli abitanti hanno per il bere. L’alcol è il tessuto connettivo della società qui. Io, i miei coetanei ed amici non potevamo che continuare questa imperitura tradizione. Si può dire perciò che le mie parole sono mosse da un’anarchica forza impregnata di vino. I miei scritti parlano delle mie amicizie, dell’incomunicabilità, dell’incapacità d’agire alla quale l’uomo è perpetuamente soggetto, della pochezza e vacuità della vita moderna nella quale l’unica sporadica scappatoia è rappresentata dall’epifania; racconto il senso di fine, come in una idiosincratica “Waste Land”, attraverso il mio individuale decadentismo alcolico. Ora studio all’università e torno raramente nel mio paese natale.

Mi rifaccio ai simbolisti francesi che amo molto; inoltre leggo e condivido il pensiero di Beckett, Thomas Eliot, Ungaretti, Georg Trakl, Salvatore Quasimodo, Bukowski, Apollinaire, Majakovskij e altri.

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in RICERCHE

2 risposte a “Foma*, Scritti parapoetici.

  1. Anonimo

    Certi ubriaconi sono bravi a scrivere poesie, certi ovviamente. Un plauso.

  2. emilia banfi

    Smettila di bere e continua a scrivere. Bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...